Get Adobe Flash player
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

FEBBRAIO-GIUGNO 2010 

 

Musica e desiderio:
l'ascolto sulle note dell'inconscio

 

locandinaCinque incontri di parole musica e video
a cura di Laura Darsié
   
Gli incontri prevedono ospiti provenienti da vari campi del sapere a confronto con il tema della musica
      
Un progetto in collaborazione con
   
Presso l'auditorium dell' Accademia musicale di Firenze.

 

Il laboratorio di “Psicanalisi della musica” ha come obiettivo quello di esplorare i temi dell’inconscio in relazione alle emozioni suscitate dalla musica, un dialogo, questo, che risuona nello spazio invisibile di due linguaggi originari. Come dice Schopenhauer: la musica è un linguaggio originario. Come espressione diretta della natura, la musica, rispetto alle altre arti, è l'unica più vicina al cuore del mondo «poiché è l’espressione più diretta del suo fluire e ondeggiare, per tutto questo, agisce anche più direttamente sull’anima umana».

Il ciclo di conferenze si propone di indagare il rapporto fra soggetto di desiderio e ascolto musicale – quando e in che modo l’ascolto della musica risveglia un sentimento di nostalgia originaria appartenente alla sfera dell’emozione e dell’affettività

Nell’Interpretazione dei sogni Freud afferma: «la musica sollecita i ricordi e “sfiora” le fantasie con essi collegate. Non tanto però nel senso di riattivare ricordi precisi o di riportare alla coscienza tutto intero e ben pensato il contenuto delle fantasie; al contrario, la musica per un verso non risveglia che frammenti e, per l’altro, suggerisce la tonalità affettiva della situazione complessiva dove quei frammenti andrebbero collocati».

Gli incontri a partecipazione gratuita, sono diretti a psicologi, musicisti, insegnanti, appassionati e cultori della musica in genere, interessati ad approfondire il mondo delle emozioni in rapporto alla musica – quando l’uomo è, per così dire, abitato dai suoni, ed è mosso a commozione nell’ascolto di un brano musicale. 

  

 

 Estratto dal ciclo di incontri del "Laboratorio di psicanalisi della musica"
(febbraio-giugno 2010)